news

News. Archivio

CHIANTI COLLI SENESI all'ANTEPRIMA CHIANTI
07 February 2015

Anche quest’anno, puntuale nel periodo delle anteprime, torna il prossimo 14 Febbraio a Firenze, l’appuntamento con Anteprima Chianti, che in questa occasione arriva in una veste completamente rinnovata: un’edizione “social”, pensata per coinvolgere – oltre alla stampa, come di consueto – anche il grande pubblico. L’evento si terrà presso la Ex Manifattura Tabacchi, l’area polifunzionale situata in via delle Cascine 33 - 35. Si inizia alle 13:00 con l’accredito dei giornalisti, alle 13:30 è previsto un light lunch e a seguire, dalle 14:00 alle 19:00 Degustazione in anteprima con servizio sommelier di Chianti Annata 2014 e Chianti Riserva 2012. Dalle 16:00 in poi la degustazione si apre al pubblico e agli operatori, mentre a partire dalle ore 19:00 fino alle 22:00, un DJ set intratterrà il pubblico dei #chiantilovers presenti all’evento. Tra i partner dell’evento organizzato da Consorzio Vino Chianti: Slowfood e Associazione Italiana Sommelier. Per il Chianti Colli Senesi saranno presenti cinque aziende: Bindi Sergardi, Campochiarenti, Caste di Pugna, Il Pelagione e Salcheto.

No a questo PIT
29 September 2014

Anche il Consorzio Chianti Colli Senesi si unisce agli altri Consorzi di Tutela Vini della Toscana nel confronto verso il Piano di Indirizzo Territoriale.

Lunedi 29 settembre, tutti i principali Consorzi vitivinicoli toscani hanno presentato delle comuni Osservazioni al Piano Paesaggistico adottato dal Consiglio Regionale lo scorso 2 luglio. Nella lunga storia dei Consorzi toscani, raramente si è raggiunta una così ampia unitarietà d’intenti, a dimostrazione del fatto che tutto il settore vitivinicolo toscano, senza distinzioni di sorta, condivide la medesima valutazione del Piano Paesaggistico e la medesima preoccupazione.

Il Consorzio Chianti Colli Senesi si unisce quindi a tutti gli altri Consorzi, nel riconoscere che il Piano Paesaggistico contiene sicuramente numerose e positive novità, soprattutto per quanto attiene l’attenzione posta sul consumo del suolo, ma per quanto riguarda gli aspetti agricoli e vitivinicoli, il giudizio è senza dubbio negativo, ritenendo che se fosse approvato così com’è stato proposto, questo Piano farebbe fare all’agricoltura toscana un salto indietro di decenni, producendo danni pressoché irreversibili all’economia, all’occupazione e persino all’ambiente di gran parte del territorio rurale. È noto a tutti che senza un’economia competitiva anche il territorio deperisce, venendo a mancare quelle risorse che sono indispensabili alla sua cura e manutenzione.

Un Piano Paesaggistico “anacronistico e sbagliato”. È anacronistico nei suoi assunti teorici e nei suoi obiettivi pratici, perché punta alla ricostituzione di un paesaggio agrario che non c’è più, superato dalla storia dell’ultimo secolo. Nel 2014 non si può seriamente pensare, come prevede in alcune parti il Piano, di ricostituire nelle nostre colline un paesaggio “agrosilvopastorale” quando l’assetto sociale che lo sorreggeva non esiste più da decenni. Per molti aspetti è un Piano che non si limita a trattare, come dovrebbe, del paesaggio e della sua tutela in un contesto dinamico, ma piuttosto si spinge ad indicare anche il tipo di economia che vi si dovrebbe praticare, senza preoccuparsi della sua praticabilità e dei suoi effetti.

È sbagliato nel suo impianto normativo, perché complesso e vasto oltre ogni ragionevole misura, nonché incoerente e contraddittorio. Chiunque lo legga si rende immediatamente conto che non esiste nessuna precisa distinzione tra ciò che è prescritto e ciò che costituisce una semplice indicazione di metodo, lasciando un enorme potere discrezionale a quei funzionari pubblici che sono chiamati ad interpretarlo. In un Paese che non riesce a risollevarsi dalla crisi anche a causa della sua burocrazia, questo Piano prefigura un indubbio appesantimento degli oneri burocratici a carico delle imprese.

E’ bene comunque sottolineare che i viticultori non sono contro il Piano perché insofferenti alle regole, sono piuttosto contro “questo” Piano, per come è stato concepito e formulato. Il paesaggio toscano è un patrimonio fondamentale per gli stessi viticultori perché rappresenta un formidabile biglietto da visita nel mondo della nostra cultura, del nostro lifestyle, dei nostri prodotti: l’eccellenza del vino toscano è tutt’uno con l’eccellenza del paesaggio, la sua tutela è quindi un valore imprescindibile. Per questo sarebbe stato auspicabile il coinvolgimento del mondo vitivinicolo nella stesura del Piano Paesaggistico, per giungere a fissare poche e chiare regole. Non si tutela il passaggio trasferendo costi e oneri sulle spalle dei soli agricoltori, imponendo loro obblighi e burocrazia.

All’unanimità quindi, i consorzi, convinti del valore della partecipazione nelle scelte di governo, non si sono limitati a sottolineare puntualmente gli errori e le incongruenze di questo documento, ma sono andati ben oltre, proponendo di cambiare completamente la filosofia e l’approccio del Piano, perché il paesaggio toscano è un valore condiviso dai cittadini come dalle aziende, così come devono essere condivise anche le politiche pubbliche di tutela.

Anteprima CCS 2014
04 February 2014

Il Consorzio Chianti Colli Senesi alla Fortezza da Basso per l’Anteprima 2014 aperta dal Buy Wine La Toscana del vino non era mai stata così unita. Grazie all’evento Anteprime di Toscana, per la prima volta nella storia dell’enologia regionale, tutte le denominazioni toscane avranno una loro anteprima. Ad aprire l’evento, in programma a Firenze dal 15 al 17 Febbraio, sarà il Buy Wine alla sua quarta edizione, che nella giornata del 15 Febbraio presso Villa Montalto (Firenze) vedrà lo svolgimento di un workshop internazionale organizzato dall’Agenzia Regionale Toscana Promozione per favorire l’incontro tra la Toscana del vino e il trade internazionale, tra cui i mercati storici come l’America del Nord, il Regno Unito, i paesi scandinavi, il Giappone, nonché i mercati nuovi come il Sudafrica, l’Australia, il Brasile o la Russia. L’evento vedrà quindi la partecipazione complessiva di circa 280 produttori toscani e 250 buyer da tutto il mondo, che saranno impegnati in due giornate di incontri B2B. Contemporaneamente allo svolgimento del BuyWine, in un altro lato della Fortezza da Basso, nella giornata del 16 Febbraio, andranno in scena le anteprime di 14 denominazioni: Chianti, Chianti Colli senesi, Chianti Colli Fiorentini, Chianti Rufina, Valdarno di Sopra Doc, Carmignano, Bolgheri, Terratico di Bibbona, Elba, Val di Cornia, Montecucco, Morellino di Scansano, Cortona. Soddisfazione e grandi aspettative dunque nelle dichiarazione di Cino Cinughi de Pazzi, Presidente del Consorzio Chianti Colli Senesi – “Abbiamo aderito alla richiesta di Toscana Promozione con grande entusiasmo, con la speranza finalmente di riuscire a fare “sistema”, un concetto molto importante per affrontare le sfide di un mercato internazionale sempre più esigente e difficile. Aderendo a questa iniziativa, abbiamo la possibilità perciò di ricevere la visita di un sostanzioso flusso di operatori del trade internazionale, che si ritroveranno alla Fortezza da Basso per seguire l’evento e dare così un bello slancio al nostro mercato.” Concluse le contrattazioni della Fortezza, Anteprime di Toscana si estenderà all’intero territorio toscano e alle anteprime degli altri consorzi toscani. Si ricorda che l’evento è riservato agli operatori di settore.

DEGUSTAZIONE ALLA CIECA CCS 2013
02 December 2013

Si è svolta lo scorso lunedì 2 dicembre, presso la sala degustazione della Camera di Commercio a Siena, l’annuale degustazione “alla cieca” che il Consorzio Chianti Colli Senesi promuove puntualmente per monitorare la qualità dei suoi prodotti e al tempo stesso prendere visione del quadro complessivo delle proprie migliori espressioni. L’assaggio delle etichette, pervenute negli uffici consortili da tutte le zone del Chianti Colli Senesi, è stata effettuato in forma rigorosamente anonima dalla commissione interna, di cui presenti Maurizio Alongi, Luciano Bandini, Gianni Brandani e Marco Rosati. Dall’assaggio dei ventuno vini presentati, di cui sette riserve, un 2009 e tredici etichette fra 2011 e 2012, oltre che la generale assenza di difetti, è emerso poi un particolare apprezzamento per le annate più giovani, facili da consumare durante i pasti per la loro capacità di dare subito una sensazione di freschezza, unita a un colore e un buon naso. Le etichette più giovani si sono quindi mostrate ben corrispondenti alle caratteristiche del Chianti Colli Senesi: buona qualità, spiccata freschezza e facile beva. Ottime anche le riserve, che si sono dimostrate valide sia per corpo che per capacità di invecchiamento. I risultati dell’assaggio, oltre a dimostrarsi un valido strumento conoscitivo molto utile al Consorzio per monitorare la propria qualità interna, saranno poi recapitati ai singoli produttori, che ne trarranno sicuramente preziose informazioni rispetto la propria produzione.

Per la notte di San Lorenzo torna a Siena ''Calici di Stelle''
02 August 2013

L'appuntamento, rivelatosi ogni anno di grande appeal e successo, nasce dall'Associazione nazionale Città del Vino, di cui il Comune di Siena è tra i soci fondatori, in collaborazione con il Movimento turismo del vino e con il patrocinio dell'Unione Astrofili Italiani. Obiettivo la rivalutazione delle realtà locali, la valorizzazione dei rapporti tra vino e territorio, vino e cultura, vino e turismo e vino e accoglienza. Finalità di grande rilevanza, che hanno da sempre trovato riscontro di pubblico anche per la partecipazione, all'iniziativa, dell'Enoteca Italiana che, annualmente, è presente al connubio vino-stelle cadenti. Il programma prevede l'apertura notturna, dalle 21 alle 24, del Museo Civico (biglietto unico per visitatori e residenti di 5 euro, comprendenti l'assaggio dei vini con i sommelier dell'Enoteca Italiana e l'osservazione delle stelle dalla Loggia dei Nove) e, nello stesso orario, della Torre del Mangia (biglietto secondo tariffe correnti ma senza degustazione). In alternativa, sempre dalle ore 21 alle 24, ingresso gratuito al Complesso museale del Santa Maria della Scala, dove la degustazione, curata dalla Città del vino e AIS, con musica dal vivo per la partecipazione della Fondazione Siena Jazz e dell'Istituto superiore di studi musicali "Rinaldo Franci", costerà 5 euro, mentre la visita alla mostra fotografica di Steve Mc Curry costerà 10 euro. Per il Consorzio Chianti Colli Senesi, dieci le aziende che partecipanti all’iniziativa: Casale di Borella, Carpineta Fontalpino di Gioia e Filippo Cresti, Soc. Agr. F.lli Vagnoni s.s.,Castello di Farnetella, Salcheto Srl, Vecchia Cantina di Montepulciano, Fattoria Poggiarello, Campriano, Castel di Pugna, Tenuta Poggiolo sas di Bonfio Luca & C. Oltre alla degustazione presso il Palazzo Pubblico, per l’occasione la Fondazione MPS aprirà il primo piano di Palazzo Sansedoni e la Cappella del Beato dalle 21 alle 24, consentendo di ammirare importanti e suggestive opere d'arte tra cui la Santa Lucia (Sano di Pietro); S. Girolamo Penitente (Rutilio Manetti); Adorazione dei Pastori (Pietro di Francesco Orioli). Mentre il fantastico scenario di Piazza del Campo sarà, a partire dalle 20 e fino alla mezzanotte, luogo creativo per i numerosi artisti senesi che realizzeranno, in diretta, opere d'arte grafica.

Vino e terme a Rapolano, sotto il segno dell’Arcobaleno d’estate
01 August 2013

Arcobaleno d’Estate è l’iniziativa promossa da Regione Toscana, con il supporto di Toscana Promozione e di Fondazione Sistema Toscana, organizzata per il weekend del 23, 24 e 25 agosto, dedicato sia ai toscani che ai turisti, che coinvolge tutto territorio regionale a partire dalla costa. Aderendo a tale progetto, in collaborazione con l’amministrazione comunale del comune di Rapolano Terme, anche il Consorzio Chianti Colli Senesi, il Consorzio Grance Senesi e il Museo dell’Antica Grancia di Serre di Rapolano propongono nel tardo pomeriggio di sabato 24 agosto, il loro brindisi augurale in tre diverse location: le terme Antica Querciolaia per i rossi senesi, mentre i vini delle Grance saranno ospitati presso le terme di San Giovanni e i locali del Museo dell’Antica Grancia di Serre di Rapolano, dove per l’occasione, oltre al brindisi, nella piazzetta antistante al Museo sarà allestito uno spettacolo di intrattenimento, con l’ulteriore possibilità di effettuare la visita guidata gratuita all’interno del museo dell’olio. I vini, portati in assaggio dai due consorzi, saranno offerti agli ospiti delle terme, che alle ore 19 e 30 in punto saranno invitati, contemporaneamente a tutta la Toscana che aderisce al progetto, a levare in alto i calici, dando vita ad una sorta di flash mob nel segno del buon vino e dell’ottimismo. Un brindisi che vorrà essere un augurio per un nuovo inizio nel segno di una generale ripresa e un auspicio che dopo un così lungo periodo di crisi possa cominciare a intravedersi uno spiraglio di luce. Dalle ore 21.00 inoltre, sempre a Rapolano Terme, nell’ambito dei festeggiamenti del Settembre Rapolanese, andrà in scena la “La notte dei Talenti”, uno spettacolo in cui la bravura di giovani artisti provenienti da tutta la Toscana divertirà e farà emozionare il pubblico presente. Per info www.consorziochianticollisenesi.it www.arcobalenodestate.it

CCS: RINNOVO DELLE CARICHE ISTITUZIONALI
11 June 2013

Si è svolto nel pomeriggio di martedì 11 Giugno, come sempre presso i locali della CCIAA a Siena, il consiglio per il rinnovo delle cariche istituzionali del Consorzio Chianti Colli Senesi. La riunione è stata presieduta da Giovanni Borella, consigliere decano in sostituzione del Sig. Umberto Tortorella che, per motivi di lavoro, non è potuto presenziare alla riunione. Dopo le consultazioni, con votazione per alzata di mano è' stato eletto all'unanimità dei voti Cino Cinughi de Pazzi, che si riconferma presidente per il prossimo triennio con un secondo mandato più che ben accolto. Come Vicepresidenti, eletti all'unanimità dei voti Giovanni Borella, anch’esso riconfermato, insieme al giovane Luca Pattaro. Soddisfazione quindi per Cino Cinughi de Pazzi, che ha ringraziato il consiglio per la fiducia accordatagli, rinnovando il suo profondo impegno nella dirigenza e nella promozione del Consorzio Chianti Colli Senesi.

CCS: Rinnovo delle cariche sociali
28 May 2013

Si è riunita presso la sala convegni della Camera di Commercio di Siena, nella mattinata di martedì 28 maggio scorso, l'assemblea ordinaria dei soci del Consorzio Chianti Colli Senesi. Scaduto il triennale dell'attuale CdA con la fine di maggio, all'ordine del giorno dell’assemblea quindi, l'approvazione del bilancio e il rinnovo delle cariche sociali. A norma di statuto, l'assemblea ha deliberato che il nuovo consiglio sarà composto da 13 membri, rappresentativi delle varie categorie di filiera di produzione. Si è poi proceduto alle votazioni e alla luce dello spoglio delle schede, il nuovo Cda risulta così composto: Giovanni Borella, Cino Cinughi de Pazzi, Mauro Della Camera, Luigi Alberto Fumi Cambi Gado, Massimiliano Governi, Alessandro Griccioli, Pierangela Lucioli, Ranuccio Neri, Mino Niccolai, Luca Pattaro, Marco Sabbatucci, Federico Taddei e Umberto Tortorella. A breve inoltre verrà convocata la prima seduta del Consiglio per nominare il Presidente e il Vice Presidente. Per tutto il lavoro, per la loro disponibilità e l’impegno profuso, il Consorzio Chianti Colli Senesi ringrazia i consiglieri usciti e dà il benvenuto ai nuovi eletti.

Chiuso il sipario su Winetown 2013
17 May 2013

Si è conclusa domenica sera, tra i palazzi storici di Firenze, WineTown 2013, un’edizione bagnata ma sicuramente molto ben riuscita visto il largo afflusso di visitatori, sia italiani ma anche stranieri, specialmente nella giornata di sabato. Accanto alle atre denominazioni del Chianti, per il Consorzio Chianti Colli Senesi, ospitato nella Sala d’Arme di Palazzo vecchio in Piazza della Signoria, nove le etichette in degustazione: Saiagricola, Bonfio, Carpineta Fontalpino, Fratelli Vagnoni, San Gregorio, Agricoltori del Chianti Geografico, La Vigna, Castello di Farnetella e Vecchia Cantina di Montepulciano. Ad allietare la degustazione, durante tutte le due giornate si sono poi alternati due gruppi di artisti: il Kuntary ballet, che con una curiosa sfera roteante ha dato vita a uno spettacolo di figura dal titolo "Papalla" il Meid Theater, trio di musica e balletto in "La gabbia". Soddisfazione quindi espressa sia dallo staff, che ha visto totalmente esaurite le bottiglie, che dal presidente dei Consorzio Chianti Colli Senesi Cino Cinughi de Pazzi, che intravede finalmente una certa ripresa del settore vitivinicolo, importantissimo traino per il turismo nonché simbolo orgoglioso di un made in Italy dalle grande potenzialità. “In un momento come questo, delicato e complesso al contempo, sia a livello locale che per quanto riguarda la situazione nazionale – dice Cinughi de Pazzi - il settore del vino rimane una delle roccaforti della produttività, un’eccellenza su cui puntare per rilanciare l’intera economia”. Speriamo quindi che questi siano davvero i segnali che qualcosa sta cambiando e ripartendo verso la direzione giusta.

Vinitaly 2013
11 April 2013

Vinitaly 2013: Consorzio Chianti Colli Senesi, ottimismo per la ripresa del mercato.

Terminato il Vinitaly, per il Consorzio Chianti Colli Senesi è dunque tempo di bilanci, nel complesso piuttosto positivi e incoraggianti vista la crisi da cui nessuno sembra escluso.

Buono l’afflusso dei visitatori degli “addetti ai lavori”, anche grazie probabilmente alla scelta organizzativa di effettuare la fiera nei giorni feriali e buono anche quello degli operatori stranieri, proventi da paesi nord europei ma soprattutto dai paesi asiatici, i nuovi e promettenti sbocchi del mercato del vino italiano, tutti da scoprire e conquistare.

Allo stand del Consorzio, quest’anno ubicato nel padiglione 8 accanto a tutte le altre grandi denominazioni, otto le aziende presenti con i loro produzioni: Tenuta Poggiolo di Luca Bonfio, Castel di Pugna di Luigi Alberto Fumi Cambi Gado, Azienda agricola Allegretti di Edoardo Dilaghi, Bichi Borghesi di Niccolò Simonelli, Montechiaro di Alessandro Griccioli, Montalpruno di Simone Tosi, San Gregorio di Pierangela Lucioli, Il Colombaio di Marco Manganelli.

Soddisfatto quindi Cino Cinughi de Pazzi, che si dice speranzoso per il futuro dell’intero comparto enologico italiano, che attualmente rappresenta un export di 4,8 milardi di euro, una delle prime voci dell’economia italiana, soffermandosi poi sul valore che il Consorzio Chianti Colli Senesi riveste rispetto alla ripresa e sostegno dell’economia locale, specialmente in un periodo come questo.

“Grazie alla politica di promozione d’immagine che il Consorzio sta perseguendo – dice Cinughi - stiamo osservando una certa ripresa, sia in termini di visibilità del marchio, che in termini strettamente economici, sia sul territorio che a livello internazionale, come infatti testimonia la presenza al nostro stand di diversi ospiti cinesi e coreani.

Sono infatti sempre più convinto che anteprime, fiere ed eventi siano divenuti oggi strumenti di promozione importantissimi per dare visibilità e far conoscere le peculiarità di qualsiasi territorio, strumenti da cui è divenuto impensabile prescindere.

Siamo quindi fiduciosi che questo Vinitaly possa essere molto produttivo in tal senso e che ci possa dare la possibilità da guadagnare ulteriore visibilità sia sul mercato italiano, che sui mercati esteri, le cui piazze rappresentano sicuramente un bel traino per la ripresa dell’economia del nostro paese” A livello locale, la logica di rivalutazione del brand che il Consorzio Chianti Colli Senesi sta perseguendo è volta alla valorizzazione di un marchio tipicamente senese e che si vuole distinguere come tale, con la promozione di eventi giovani e di largo appeal, studiati appositamente per avvicinare il pubblico a questa etichetta, che fa del rapporto qualità prezzo la sua carta vincente, poiché si tratta di un vino di buona qualità per una docg generalmente fatta da piccole produzioni che si attengono rigidamente alle regole dettate dal disciplinare.

“Questo perché il Chianti Colli Senesi, come racconta il suo nome, è il vino che meglio rappresenta il brand Siena, in quanto il territorio di produzione è interamente racchiuso nella Provincia senese - continua Cinughi de Pazzi. In questo momento di crisi, che tocca Siena in maniera particolare, quello della filiera vitivinicola - e conseguentemente anche il Chianti Colli Senesi - rimane forse una delle risorse produttive ed economiche più preziose e intatte, un comparto dalle grandi potenzialità, su cui puntare, credere e investire, nella speranza di dare un contributo per la ripresa dell’economia e del buon nome di tutto il territorio”.

RASSEGNA STAMPA ANTEPRIMA
27 February 2013

Comunichiamo che la messa in onda dei servizi realizzati all'anteprima avverà nei giorni Cananale 3 Toscana: venerdì 1 marzo ore 20,30 sabato 2 marzo ore 21,00 lunedì 4 marzo ore 19,30 Canale 6 Valdelsa: venerdì 1 marzo ore 22,00 sabato 2 marzo ore 21,00 domenica 3 marzo ore 12,00 Canale Civico Siena: sabato 2 marzo ore 20,30 lunedì 4 marzo ore 14,00 martedì 5 marzo ore 19,30 Inoltre da sabato 2 marzo il servizio sarà inserito "on demand" sulla Web Tv di Canale 3 Toscana ARTICOLI http://www.thewineitalia.com/articoli/rif000008_I_995_Anteprima-Chianti-Colli-Senesi-Buona-la-Prima.aspx http://www.sienafree.it/enogastronomia/263-enogastronomia/46231-anteprima-chianti-colli-senesi-buona-la-prima-fotogallery

Anteprima Chianti Colli Senesi, buona la prima
25 February 2013

Si è svolta la scorsa domenica 24 Febbraio, presso i locali della Certosa di Pontignano, la prima anteprima dei Chianti Colli Senesi, evento che ha segnato l’esordio assoluto del Consorzio senese sul palcoscenico della tradizionale settimana dei vini toscani.

Alle degustazioni, iniziate in mattinata, hanno partecipato numerosi giornalisti e operatori del settore, molti dei quali provenienti da paesi asiatici, aree commercialmente emergenti e particolarmente attente al brand chianti.

Diciotto le aziende ospitate nelle due sale: Allegretti; Az.Agr. "La Selva" - Istituto Tecnico Agrario; Bindi Sergardi; Campochiarenti; Campriano; Casale di Giovanni Borella; Castel di Pugna; Fattoria Montepescini; Fattoria Poggiarello di Brini G.; Il Ciliegio di Pattaro S. & Figli; Il Colombaio; La Vigna; Montechiaro di Alessandro Griccioli; Podere La Castellaccia; Salcheto Srl; San Giorgio a Lapi; Umberto Tortorella; Vecchia Cantina di Montepulciano.

Nel pomeriggio poi, l’evento ha visto il piacevole intervento di Siena Tv e di Canale Tre, che si sono alternate intervistando i vari produttori, il presidente del Consorzio Cino Cinughi de Pazzi, nonché il sindaco di Castelnuovo Roberto Bozzi, tra gli ospiti della serata.

Soddisfatto quindi Cino Cinughi de Pazzi, che si dice speranzoso per il futuro del comparto enologico e si sofferma sul valore che il Consorzio senese detiene soprattutto rispetto alla ripresa e sostegno dell’economia locale, specialmente in un periodo come questo.

“Grazie alla politica di promozione d’immagine che il Consorzio sta perseguendo – dice Cinughi - stiamo osservando una certa ripresa, sia in termini di visibilità del brand, che in termini strettamente economici, sia sul territorio che a livello internazionale, come infatti testimonia la presenza all’anteprima di diversi ospiti cinesi e coreani.

Da diverso tempo infatti il Consorzio sta intraprendendo numerose azioni di promozione volte a valorizzare un marchio tipicamente senese e che si vuole distinguere come tale. Eventi giovani e di largo appeal, studiati appositamente per avvicinare il pubblico a questa etichetta, che fa del rapporto qualità prezzo la sua carta vincente, poiché si tratta di un vino di buona qualità per una docg generalmente fatta da piccole produzioni che si attengono rigidamente alle regole dettate dal disciplinare.

Questo perché il Chianti Colli Senesi, come racconta il suo nome, è il vino che meglio rappresenta il brand Siena, in quanto il territorio di produzione è interamente racchiuso nella Provincia senese.

In questo particolare momento di crisi che Siena sta attraversando, quello della filiera vitivinicola - e conseguentemente anche il Chianti Colli senesi – rimane forse una delle risorse produttive ed economiche più preziose e intatte, un comparto su cui puntare e investire, nella speranza di dare un contributo per la ripresa dell’economia e del buon nome di tutto il territorio”.

ANTEPRIMA CHIANTI COLLI SENESI
08 February 2013

DOMENICA 24 FEBBRAIO

CERTOSA DI PONTIGNANO - CASTELNUOVO BERARDENGA – SIENA

E’ con grande orgoglio che il Consorzio Chianti Colli Senesi annuncia che la prossima domenica 24 Febbraio sarà realizzata nelle due sale principali della Certosa di Pontignano la prima Anteprima dei Chianti Colli Senesi, evento molto importante sia per l’ente consortile promotore della manifestazione, sia per tutte le aziende produttrici di questa denominazione.

La degustazione sarà aperta al pubblico e ai giornalisti dalle ore 11,00 alle ore 19,00, nei locali della Sala Palio e della Sala Veranda, dove i visitatori avranno la possibilità di assaggiare sia etichette non ancora in commercio sia quelle di annate precedenti: vini di buona qualità e con un ottimo rapporto qualità prezzo.

Ventitre le aziende partecipanti: Allegretti; Az.Agr. "La Selva" - Istituto Tecnico Agrario; Bindi Sergardi; Campochiarenti; Campriano; Casale di Giovanni Borella; Castel di Pugna; Castello di Farnetella; Fattoria La Muraglia; Fattoria Montepescini; Fattoria Poggiarello di Brini G.;Il Ciliegio di Pattaro S. & Figli; Il Colombaio; La Vigna; Le Bertille Srl; Montechiaro di Alessandro Griccioli; Podere La Castellaccia; Podere La Marronaia; Salcheto Srl; San Giorgio a Lapi; Società Agricola Fratelli Vagnoni s.s.; Umberto Tortorella; Vecchia Cantina di Montepulciano.

“Questo è per noi un evento molto significativo - afferma Cino Cinughi – presidente del Consorzio Chianti Colli Senesi - e sottolinea la nostra ferma volontà di dare maggior valore e visibilità a un marchio che ha ancora molto da esprimere. Abbiamo accolto l’adesione dei soci con grande soddisfazione e ringraziamo quindi vivamente tutte le numerose aziende che hanno aderito a questa importante iniziativa. Vi invitiamo allora domenica 24 Febbraio a Pontignano per un assaggio delle nostre migliori produzioni.”

Ingresso libero, ampio parcheggio gratuito.

Accordo con Banca MPS per il supporto alle aziende
29 November 2012

Chianti Colli Senesi, accordo con Banca MPS per il supporto alle aziende

L’accordo firmato tra Consorzio, BMps e Amministrazione Provinciale prevede un pacchetto di iniziative ad hoc predisposte dall’istituto di credito con finanziamenti per il reimpianto dei vigneti e anticipi delle spese per promuovere la qualità e sostenere la crescita dei produttori.

Siena 29 novembre 2012 – Un pacchetto di misure per la crescita a sostegno dei produttori del Chianti Colli Senesi, messo a disposizione da Banca Monte dei Paschi di Siena con la collaborazione della Provincia di Siena. Questi i termini generali dell’accordo a beneficio dei produttori appartenenti al Consorzio Chianti Colli Senesi che l’istituto di credito senese, d’intesa con l’amministrazione provinciale, ha illustrato oggi, nella sala Aurora della Provincia di Siena, in piazza Duomo.

Presenti per l’occasione Cino Cinughi de’ Pazzi, presidente del “Consorzio Chianti Colli Senesi”, Paolo Delprato, responsabile dell’ufficio commerciale e prodotti dell’area territoriale Toscana Sud, Umbria e Marche di BMps, Anna Maria Betti, Assessore Provinciale all’Agricoltura.

In collaborazione con il Consorzio e con la Provincia, BMps ha infatti predisposto diverse linee di prodotti ad hoc destinate specificatamente alle attuali e più evolute esigenze finanziarie delle imprese vitivinicole associate al Consorzio.

Obiettivo del pacchetto è favorire infatti il più elevato ritorno economico possibile per le imprese e per il territorio senese, attraverso la promozione di una crescente qualità del prodotto, la diluizione e la programmazione delle normali vendite di prodotto e, infine, la stabilizzazione dei prezzi di mercato.

“Noi, come Consorzio, crediamo che impegnandoci nel segno di una più concreta coesione possiamo dare una spinta per la ripresa dell'economia - aggiunge Cino Cinughi de’ Pazzi, presidente del “Consorzio Chianti Colli Senesi” - Ringraziamo perciò BMps per aver promosso questa convenzione, che viene in aiuto alle nostre singole aziende, in quanto vere unità produttive del territorio e veri motori di crescita dell’economia locale, composta in una cospicua parte da quel glorioso settore agricolo che ha nel vino una delle sua massime espressioni. Consapevole dell’importanza del comparto enologico, Banca Monte dei Paschi di Siena ha sempre avuto infatti un ruolo molto importante nel supporto finanziario alle aziende agricole, divenendo, nei fatti, un fondamentale punto di riferimento per l’intera economia del nostro territorio. Questa convenzione si delinea quindi come un’apprezzabile conferma di questo continuo impegno”.

“Il documento che sigliamo oggi rappresenta un efficace strumento a disposizione di un settore molto rilevante per la nostra provincia e per tutta la Toscana - spiega Paolo Delprato dell’area territoriale Toscana Sud, Umbria e Marche di BMps -. A sostegno della produzione, della vinificazione e dell’imbottigliamento del Chianti Colli Senesi abbiamo quindi pensato ad una serie di misure specifiche.

BMps è consapevole delle esigenze finanziarie dei produttori vitivinicoli e quando, come in questa circostanza, eccellenza e identità si coniugano, la Banca dimostra una volta di più la capacità di intervenire per incentivare le attività turistiche, artigiane, commerciali, culturali e del terziario calate nel territorio senese”.

“L’accordo raggiunto fra Banca Mps e il Consorzio Chianti Colli Senesi - commenta Anna Maria Betti, assessore provinciale all’agricoltura - è il terzo in pochi mesi, dopo quello sottoscritto con il Consorzio del vino Nobile di Montepulciano e con il Consorzio del Brunello. Un impegno concreto, in una fase economica difficile per le istituzioni e le aziende, che testimonia la volontà di sostenere le eccellenze della viticoltura senese: elementi trainanti per la nostra economia, imprescindibili per le Terre di Siena e per ciò che rappresentano in tutto il mondo”.

Nello specifico, l’accordo prevede finanziamenti per i programmi aziendali di reimpianto vigneti o per l’ampliamento della superficie produttiva (durata massima 10 anni); finanziamenti per sostenere le spese di produzione, invecchiamento e riserva, affinamento dei vini di qualità prodotti (durata massima complessiva 7 anni); e finanziamenti di durata massima di 18 mesi per sostenere le spese di produzione, affinamento, pubblicità e commercializzazione della produzione aziendale destinata all’imbottigliamento ed alla vendita con il proprio marchio aziendale o come finanziamento per le scorte di cantina dello sfuso.

Per tutti i dettagli dell’offerta e i possibili preventivi, sono a disposizione le filiali di Banca Monte dei Paschi della provincia senese.

Controllo interno della qualità
26 November 2012

Si è svolta venerdì 23 Novembre, nella sede del Consorzio Chianti Colli Senesi, presso la Camera di Commercio di Siena, l’annuale degustazione “alla cieca” che il Consorzio organizza regolarmente per monitorare la qualità dei suoi prodotti e per avere un quadro complessivo che renda conto delle proprie migliori espressioni. L’assaggio delle etichette, pervenute negli uffici consortili da tutte le zone del Chianti Colli Senesi,è stata effettuata in forma rigorosamente anonima dalla commissione interna, formata da enologi ed esperti del settore: Maurizio Alongi, Luciano Bandini, Andrea Daldin, Gianni Brandani e Marco Rosati.

Dall’assaggio dei ventiquattro vini, di cui tredici 2011, cinque 2010, 2 Riserve 2009 e 4 riserve 2008, è emerso un particolare apprezzamento per l’annata del 2010, caratterizzata in generale da una buona struttura e un buon corpo e discreto equilibrio, con una notevole capacità di invecchiamento, con profumi freschi e puliti.

Nonostante l’annata difficile per l’estremo caldo estivo,le etichette del 2011 hanno sicuramente retto, presentandosi come vini corretti e equilibrati.

Purtroppo poi, l’esiguo numero delle riserve del 2009 e del 2008 non ha reso possibile una generalizzazione per tali annate, ma per quelle pervenute si è notato comunque una bella struttura e un buon corpo.

I risultati dell’assaggio, oltre a dimostrarsi un valido strumento conoscitivo e quindi essere molto utili al Consorzio per stilare la propria graduatoria di qualità interna, saranno poi recapitati ai singoli produttori, che ne trarranno sicuramente preziose informazioni rispetto la propria produzione.

“CONVIVIALITA' NELLA STORIA” a Castelnuovo Berardenga
19 November 2012

Organizzata dalla Provincia di Siena e Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, la mostra diffusa “Vino fra mito e storia” si apre a Siena sabato 24 novembre, in occasione delle due giornate che ospiteranno anche il terzo Forum sul vino italiano di Banca Mps e la premiazione della X Selezione dei Vini di Toscana, organizzata da Toscana Promozione e curata da Enoteca Italiana.

La mostra, un itinerario nell’antichità attorno alla vite e al vino, sarà visitabile fino al 5 maggio 2013 e vedrà Siena e le sue locations come nucleo principale dell’evento, mentre i cinque territori maggiormente rappresentativi dell’eccellenza vitivinicola senese ospiteranno le mostre collaterali: Castellina in Chianti, nel Museo Archeologico del Chianti Senese; Castelnuovo Berardenga, nel Museo del Paesaggio; Montalcino, nel Museo Civico e Diocesano; Montepulciano, nel Museo Civico Pinacoteca Crociani e San Gimignano, nel Museo Archeologico e Spezieria di Santa Fina.

Per il Consorzio Chianti Colli Senesi, la giornata enoculturale collegata alla mostra “VINO FRA STORIA E MITO” si svolgerà nel pomeriggio del 25 novembre a Castelnuovo Berardenga, con il tema della “Convivialità nella Storia”.

Seguendo le linee artistiche dell’articolata “mostra diffusa” organizzata dalla Provincia di Siena, in collaborazione con il Comune di Castelnuovo Berardenga, il Consorzio Chianti Colli Senesi ha organizzato infatti, nei locali del Museo del Paesaggio, una giornata di degustazione all’insegna del buon vino e della cultura. Nella prima parte del pomeriggio infatti, con il tema “Il cibo e il vino nel medioevo” l’evento vedrà la partecipazione della società Archeòtipo, una Spin Off dell’Università di Siena, nata al termine di una pluriennale sperimentazione dei fondatori nel campo dell’archeologia e dell’informatica applicata ai Beni Culturali.

Dalle 15 alle 17 quindi, si svolgeranno attività ludico didattiche per ragazzi, un percorso tanto evocativo quanto sorprendente che racconterà della convivialità e degli usi simbolici del vino nel medioevo, attraverso una ricostruzione storico – sperimentale di alcune ricette dell'antichità, con la preparazione di piatti e bevande più tipici e famosi del senese in età medievale.

Dalle 17 in poi, la serata proseguirà con la degustazione di Chianti Colli Senesi, accompagnata da un piccolo buffet gentilmente allestito per l’occasione dal Comune di Castelnuovo.

Nove le aziende presenti: Felsina Spa, Carpineta Fontalpino, Azienda Agricola Allegretti, Fornaci di Sotto, Agricoltori del Chianti Geografico, San Gregorio, Salcheto, il Ciliegio e Castel di Pugna.

“Abbiamo aderito a questa manifestazione, organizzata dalla Provincia di Siena, con grande entusiasmo ed eccitazione – dice Cino Cinughi de Pazzi, Presidente del Consorzio Chianti Colli Senesi - poiché siamo convinti dell’importanza della stretta collaborazione fra il nostro Consorzio ed Enti nell’attività della promozione del territorio e di quelle eccellenze produttive che lo contraddistinguono.

Ringraziamo quindi tutti i Comuni partecipanti all’evento e in particolare il Comune di Castelnuovo Berardenga che ci ospita, nonché la Provincia di Siena, da sempre ente attivo nell’ambito di un irrinunciabile marketing territoriale volto alla valorizzazione della nostra terra e dei suoi prodotti quale simboli del bien vivre in tutto il mondo”.

Per info

Museo del Paesaggio - Castelnuovo Berardenga, Via Chianti, 59

tel: 0577 352035 | direttore.museopaesaggio@museisenesi.org

A Pontignano la "Giornata Europea dell'Enoturismo"
12 November 2012

Si è tenuta domenica 11 Novembre , presso la Certosa di Pontignano, la Giornata Europea dell’Enoturismo, che ha portato in scena un interessante congresso sul tema del legame fra Chianti e turismo e successivamente ha dato spazio a una piacevole degustazione enogastronomica aperta al pubblico, con vini e prodotti locali, allestita per l’occasione sotto i bellissimi portici del chiostro della Certosa.

La tavola rotonda, dal titolo "Vino e Turismo. Ripartire dal Territorio per un nuovo sviluppo del Chianti" è stata coordinato da Paolo Corbini e ha visto la partecipazione del sindaco di Castelnuovo Berardenga Roberto Bozzi, del direttore della Città del Vino Paolo Benvenuti, del presidente del Consorzio Chianti Colli Senesi Cino Cinughi de Pazzi e dell’enologo Roberto Bruchi.

Durante il dibattito si è parlato quindi dello stretto rapporto che oggi più che mai dovrebbe legare il vino e il suo indotto al settore del turismo e di come questa sinergia potrebbe essere meglio sviluppata nell’ottica di un auspicabile superamento della generale crisi economica di questi anni.

Il territorio del Chianti infatti ha in sé grandi potenzialità tutt’ora inespresse e non sempre ben gestite, per cui varrebbe la pena unire le forze e cercare di dare risposte concrete, fronteggiando attivamente tutto ciò che non può più essere lasciato al caso.

Ripartire dal territorio quindi, riconsiderando tutto ciò che fino ad adesso è stato un po’ dato per scontato e automaticamente acquisito in quanto marchiato “Chianti”, cercando di dar maggior risalto a tutti quei valori aggiunti che certamente potrebbero fare la differenza agli occhi di un turista che si trovasse a scegliere il nostro territorio come meta di viaggio.

Alla fine del dibattito sono quindi emersi diversi spunti e idee, su cui tutte le personalità intervenute avranno sicuramente da lavorare.

Asta benefica A.T.T
07 November 2012

Si terrà sabato 10 novembre prossimo, alle ore 18.00, presso l’Enoteca Italiana, l’Asta di Vini organizzata dall’Associazione Tumori Toscana A.T.T. di Siena, finalizzata a raccogliere fondi per il progressivo miglioramento del servizio di Cure Domiciliari Oncologiche (C.D.O.) gratuite ai malati di Siena e provincia.

Durante l’evento verranno quindi battute all’asta bottiglie uniche o lotti di vini pregiati offerte dalle più note case vinicole toscane, tra cui, per il Consorzio Chianti Colli Senesi:

gli Agricoltori del Chianti Geografico – Gaiole;

Vecchia Cantina di Montepulciano;

Carpineta Fontalpino di Cresti Filippo e Gioia - Castelnuovo B.ga

Salcheto Srl – Montepulciano;

Villa Poggio Salvi - Montalcino.

Il ricavato della serata sarà interamente devoluto all’Associazione Tumori Toscana.

Un’iniziativa chiaramente molto importante, visto l’alta utilità sociale di un simile servizio. L’A.T.T. cura infatti a domicilio i malati di tumore, gratuitamente, 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno, ricevendo solo nel 2011, ben 884 nuove richieste di assistenza. Attualmente l’associazione opera a Siena, Firenze, Prato e Pistoia, assistendo quotidianamente circa 300 pazienti.

Oggi il servizio dell’A.T.T. si differenzia principalmente per la sua qualità, garantita da uno staff medico-sanitario retribuito dalla stessa associazione, che si dedica ai pazienti tutto il tempo necessario a fornire prestazioni efficaci ed efficienti.

Wine Town 2012
07 September 2012

Puntuale come un orologio, torna anche quest’anno “Wine Town”, l’evento enologico che sposa arte, storia e alta enologia, che alla sua terza edizione, rinnova il connubio tra vino di qualità, musica e spettacoli, nella spettacolare scenografia dei più bei palazzi storici di Firenze.

In programma il 21 e 22 settembre 2012 nel capoluogo toscano, anche per il Consorzio Chianti Colli Senesi questo atteso evento sarà quindi una preziosa occasione per concedersi degustazioni d'eccellenza e al contempo godere della bellezza di una città d'arte unica al mondo.

Dalle ore 15 alle ore 23, eccezionalmente e solo in occasione dell’evento, alcuni palazzi storici privati apriranno infatti le loro porte ai visitatori, ospitandoli per la degustazione e per l'eventuale visita.

Tre le zone della città scelte – Tornabuoni, Oltrarno, Proconsolo – e tre le tipologie di vino da assaggiare – rispettivamente vini toscani, non toscani e biodinamici.

Fra le location più suggestive ci sono Palazzo Pitti, il trecentesco Palazzo Guicciardini, Palazzo Corsini Suarez, la splendida sala d'Arme di Palazzo Vecchio, che ospiterà i Consorzi chiantigiani, il cinquecentesco Palazzo Bartolini Salimbeni , Palazzo Antinori, il museo del Bargello e il Museo storico topografico.

Per il Consorzio Colli Senesi, le aziende presenti saranno cinque:

- Vincenzo Cesani (S.Gimignano)

- San Gregorio (Chiusi)

- Carpineta Fontalpino di Cresti Gioia e Filippo (Castelnuovo B.ga)

- Salcheto Srl (Montepulciano)

- Vecchia Cantina di Montepulciano.

Insieme ai Consorzio del Vino Chianti, al Consorzio Chianti Colli Fiorentini e al Consorzio Rufina, il Consorzio Chianti Colli Senesi vi aspetta quindi nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio il prossimo 21 e 22 Settembre.

Non mancate!

Per info

http://www.winetown.it/cantine

Ci vediamo alla prossima!
15 August 2012

Sperando che abbiate passato un ottimo ferragosto e nell'augurare ai senesi un buon palio, il Consorzio Chianti Colli Senesi ringrazia tutte le aziende che hanno partecipato alla serata degustativa di domenica scorsa, il Comune di Monteriggioni per la sua gentile disponibilità, nonchè tutto il pubblico che, nonostante la pioggia, ha voluto essere con noi per questo evento che ha visto protagonisti i nostri vini insieme all'intramontabile musica dei Pink Floyd, nella bellissima cornice delle mura medievali di Monteriggioni!

Grazie a tutti e alla prossima!!!

Grande successo per la serata di Monteriggioni
13 August 2012

Neanche la pioggia è riuscita a fermare la bella serata organizzata dal Consorzio Chianti Colli Senesi in collaborazione con il comune di Monteriggioni e con il Centro Commerciale Naturale del Castello.

Si è svolta infatti la scorsa domenica, in piazza Roma, tra le mura medievali del castello di Monteriggioni, il preannunciato evento degustativo che ha visto la partecipazione di diverse aziende consorziate, presenti con le loro produzioni insieme allo stand dell’immancabile Bar dell’Orso, uno dei locali cult del senese che non ha certo bisogno di presentazioni.

Nonostante la pioggia intermittente infatti, si è registrato un buon afflusso di pubblico e un altrettanto discreto interesse per le otto aziende che hanno offerto assaggi delle proprie etichette e che hanno avuto inoltre la possibilità di fare vendita diretta nella piazza, allestita per l’occasione: Agricoltori del Chianti Geografico; Azienda agricola “Allegretti”; Azienda agricola “Casa alle Vacche” “Il Ciliegio” di Pattaro e figli; Azienda agricola “Il Casale” di Giovanni Borella; Felsina s.p.a; “Montechiaro” di Griccioli, Azienda agricola “San Giorgio a Lapi”.

E con qualche ombrello aperto, la serata è andata poi avanti con le note floydiane della musica dei Pink Noise, che hanno dato inizio al loro concerto alle ore 21.30 circa, regalando alla piazza un atmosfera unica, di quelle che solo certe armonie e certi luoghi riescono a creare.

Davanti a un pubblico incantato e seduto a cerchio attorno alla band, i Pink Noise si sono esibiti in un repertorio molto impegnativo, passando da pezzi dei primissimi anni, per arrivare ad album come "The Dark Side Of The Moon" e a ripercorrere le tracce di "The Division Bell", per chiudere infine con l’intramontabile "Wish You Were Here", strappando un grande applauso finale. Un tipo di musica certamente lontano dalle logiche commerciali e dal consumismo sonoro di oggi, fatto di pezzi che durano lo spazio di una stagione. Sonorità che invece si delineano come un qualcosa di senza tempo e ben al di là delle mode, dietro alla quale nascono molte valide tribute band, la cui bravura salta spesso fuori in serate come queste, in cui basta un calice di buon vino accompagnato dalle note giuste a fare di una serata un evento da ricordare.

Un sentito ringraziamento va quindi alla al Comune di Monteriggioni, per cui al sindaco Valentini e agli Assessori Chiantini, Giannettoni e Violetti, per la disponibilità dimostrata nell’organizzazione e nella collaborazione all’evento.

“CALICI SOTTO LE STELLE” a MONTERIGGIONI
07 August 2012

Domenica 12 Agosto, dalle ore 20 in poi, primo appuntamento per “Calici sotto le stelle” firmato Consorzio Colli Senesi, quest’anno organizzato in collaborazione con il Comune di Monteriggioni e il Centro Commerciale Naturale del Castello, all’interno delle mura medievali del castello.

Monteriggioni farà infatti da cornice all’evento degustativo più atteso dell’estate, ospitando in piazza Roma le aziende produttrici di Chianti Colli Senesi, che offriranno assaggi delle loro etichette più prestigiose.

Nove le aziende presenti: Azienda agricola “Il Casale” di Giovanni Borella; Felsina s.p.a; “Il Ciliegio” di Pattaro e figli; Agricoltori del Chianti Geografico; “Bichi Borghesi società agricola srl”; Azienda agricola “Allegretti”; Azienda agricola “Casa alle Vacche”; azienda agricola “San Giorgio a Lapi” e “Montechiaro” di Griccioli.

Grazie alla vendita diretta, sarà inoltre possibile acquistare i vini direttamente presso lo stand di ciascuna azienda. Ad accompagnare gli assaggi poi, sarà disponibile nella piazza il punto ristoro dell’immancabile Bar dell’Orso, con i suoi tipici piatti toscani e i suoi famosi salumi.

Alle 21 la serata proseguirà con il concerto dei Pink Noise, affermata tribute band degli intramontabili Pink Floyd, regalando alla piazza un’atmosfera sicuramente indimenticabile e di palpabile emozione, grazie anche al suggestivo spettacolo di luci allestito per l’occasione.

I Pink Noise nascono nel 2005, con l'intento di realizzare un light-show in stile floydiano, con un repertorio che spazia tra i vari album della nota band inglese, da "Wish You Were Here" a "The Wall", passando per "The Dark Side Of The Moon" e "The Division Bell" non negandosi qualche incursione nei primissimi anni della discografia floydiana. Il tutto in perfetta sincronia con sequenze luci di grande impatto e proiezione di immagini e videoclip, a sottolineare il messaggio musicale, aiutando lo spettatore ad immergersi completamente nel mare sonoro della mitica, immortale e mai troppo idolatrata band inglese.

Durante la serata inoltre sarà possibile, da Piazza Calosi, adiacente alla piazza principale, fare un’osservazione guidata del cielo e dare un’occhiata alle stelle cadenti, grazie ai telescopi dell’Osservatorio Astronomico dell’Università di Siena, presenti al castello per l’occasione.

Rinsaldando lo straordinario connubio fra vino, stelle e musica, il Consorzio Chianti Colli Senesi vi aspetta quindi la prossima domenica 12 Agosto a Monteriggioni!

I Pink Noise a Monteriggioni con Calici sotto le Stelle
06 August 2012

Domenica 12 Agosto, dalle ore 20 in poi, primo appuntamento per “Calici sotto le stelle” firmato Consorzio Colli Senesi, quest’anno organizzato in collaborazione con il Comune di Monteriggioni e il Centro Commerciale Naturale del Castello, all’interno delle mura medievali del castello.

Monteriggioni farà infatti da cornice all’evento degustativo più atteso dell’estate, ospitando in piazza Roma le aziende produttrici di Chianti Colli Senesi, che offriranno assaggi delle loro etichette più prestigiose.

Durante la serata inoltre sarà possibile, da Piazza Calosi, adiacente alla piazza principale, fare un’osservazione guidata del cielo e dare un’occhiata alle stelle cadenti, grazie ai telescopi dell’Osservatorio Astronomico dell’Università di Siena, presenti al castello per l’occasione.

E per questo primo appuntamento, il Consorzio Chianti Colli Senesi ha voluto come sottofondo il sound di una band d’eccezione.

Alle 21 infatti, la serata proseguirà con la musica dei Pink Noise, affermata tribute band degli intramontabili Pink Floyd, regalando alla piazza un’atmosfera sicuramente indimenticabile e di palpabile emozione, grazie anche al suggestivo spettacolo di luci allestito per l’occasione.

I Pink Noise nascono nell'estate del 2005, con l'intento di realizzare un light-show in stile floydiano; il repertorio spazia tra i vari album dei Pink Floyd, da "Wish You Were Here" a "The Wall", passando per "The Dark Side Of The Moon" e "The Division Bell" non negandoci qualche incursione nei primissimi anni.

La passione per la musica e la ricerca sonora hanno portato anno dopo anno al perfezionamento dello spettacolo con il raggiungimento della Line-Up attuale che vede impegnati sul palco ben dieci strumentisti.

Oltre all’immancabile formazione originaria e tipica dei Pink Floyd si sono uniti, per arricchire e rappresentare in modo impeccabile un loro tipico show, tre coriste,un sassofonista e un violinista.

L’undicesima e forse la più importante delle irrinunciabili protagoniste è senza dubbio la costante ricerca e volontà che il tutto sia in perfetta sincronia con sequenze luci di grande impatto e proiezione di immagini e videoclip, a sottolineare il messaggio musicale, aiutando lo spettatore ad immergersi completamente nel mare sonoro della mitica, immortale e mai troppo idolatrata band inglese.

Questa miscela di passione per la musica e per la Band che ancora oggi affascina ascoltatori di ogni età ha portato i Pinknoise a calcare e passare in poco tempo dai piccoli palchi degli esordi ai più prestigiosi e rappresentativi della scena Senese prima e dell’intera Toscana poi.

Li abbiamo visti impegnati sul meraviglioso palco della Fortezza Medicea di Siena, raccogliere il calore, quali ospiti dell’Orcia Rock Festival a San Quirico d’Orcia e passando per i litorali toscani approdare ai più prestigiosi Viper Club di Firenze e il Keller Platz di Prato, la più grande birreria della Toscana e da sempre punto di riferimento per le Tribute Band più blasonate.

La durata dello spettacolo è di circa 2 ore e 15minuti, senza interruzioni per non mitigare le atmosfere sempre intense e sia e soprattutto agli spazi estivi nelle piazze e contesti storici che in luoghi (ove il palco lo permetta) al chiuso.

Rinsaldando lo straordinario connubio fra vino, stelle e musica, il Consorzio Chianti Colli Senesi vi aspetta quindi la prossima domenica 12 Agosto a Monteriggioni!

Le Perle, ultimo atto
26 May 2012

Ultimo atto per Le Perle del Chianti Colli Senesi , che chiude per quest’anno la sua seconda edizione.

Si è svolta infatti lo scorso venerdì 25 Maggio, presso il ristorante la Buca di San Pietro, sulla cornice di Piazza del Campo a Siena, l’ultima serata dell’evento enogastronomico consortile che ha riscosso un generale discreto apprezzamento, sia da parte dei diversi ospiti, sia da parte dei giornalisti che si sono alternati tra le due serate.

E in occasione dell’ultima serata, due le aziende che hanno offerto le loro etichette Chianti Colli Senesi: il Consorzio degli Agricoltori del Chianti Geografico, con la presenza del suo direttore Marco Toti, e l’Azienda Agricola Salcheto di Michele Manelli.

Presente alla cena inoltre, il giornalista enogastronomico Andrea Cappelli, della rivista Oynos.

Il menù, appositamente creato dallo chef Cesare Lorenzoni, ha voluto per la seconda volta celebrare la versatilità in cucina di un prodotto eccellente come il vinsanto, che si è dimostrato un vino non solo da meditazione, ma anche un ottimo partner per i menù più ricercati.

Per cominciare, come antipasto Cesare ha quindi servito un tortino di spinaci e frattaglie di pollo con ridotta di vin Santo, continuando poi con un primo primo di pici tradizionali senesi con lardo speziato, sempre a base di vin santo, mentre per secondo un medaglione di manzo con tandem di salse speziate, per finire in bellezza con un dessert di mousse di mandorle e vin Santo con fragole e lamponi.

Un grazie quindi, da parte del Consorzio Chianti Colli Senesi, a tutti coloro che hanno voluto allietare questo evento con la loro presenza e un arrivederci alla prossima edizione de Le perle!

Annullamento serata LE PERLE del 18 Maggio
16 May 2012

Gentili amici,

avvertiamo che la serata de Le Perle del Chianti Colli Senesi del 18 Maggio è stata annullata per motivi tecnici.

Resta comunque fruibile la data del 25 Maggio, la terza e ultima delle tre serate, per cui rinnoviamo ancora l'invito a prenotare presso il Ristorante La Buca di San Pietro allo 0577 40139 e ad allietarci con la vostra presenza!

Vi aspettiamo!!!

Tornano Le Perle del Chianti Colli Senesi
01 May 2012

Tornano Le Perle del Chianti Colli Senesi, quest'anno alla loro seconda edizione, tutta dedicata al vinsanto, un prodotto straordinario, mai sufficientemente promosso.

Tre serate enogastronomiche presso il ristorante "La Buca di San Pietro", a Siena, a due passi da Piazza del Campo, nei venerdì dell'11, 18 e 25 maggio prossimi. I menù, appositamente creati per l'evento dallo chef Cesare Lorenzoni saranno abbinati ogni serata a tre diverse etichette di Chianti Colli Senesi, per poi concludere con l'assaggio dei vinsanti delle varie aziende.

Alle serate saranno presenti oltre ai vari produttori, anche la stampa locale.

Le prenotazioni sono aperte, Vi aspettiamo!

Per informazioni contattare il Consorzio allo 0577 202584 o il ristorante "La Buca di San Pietro" allo 0577 40139

Il Dopo Vinitaly
17 April 2012

Sipario sul 46esimo Vinitaly: il bilancio del Consorzio Chianti Colli Senesi.

Si chiude il sipario sul 46esimo Vinitaly e per il Consorzio Chianti Colli Senesi è anche il momento di un bilancio finale. “Una buona edizione quella del 2012 – afferma Cino Cinughi de' Pazzi, presidente del Consorzio - nonostante il difficile periodo che stiamo attraversando. Nel complesso abbiamo assistito a un discreto afflusso di visitatori, stringendo diversi contatti, soprattutto con importatori stranieri. Inoltre abbiamo osservato un livello di attenzione molto alto, sia da parte degli addetti ai lavori, sia da parte dei consumatori, entrambi attirati dal rapporto qualità - prezzo del prodotto Chianti Colli Senesi”.

Cautamente ottimisti anche i commenti degli espositori presenti allo stand del Consorzio, soddisfatti della buona risposta di un pubblico attento e enologicamente preparato, nonché alla visita di diversi operatori del settore import ed export. “Qualche interessante contatto sia con esportatori italiani che con importatori stranieri, in particolare americani, olandesi e russi, piazze molto interessate al biologico, un mercato che all’estero promette molto bene, settore che invece in Italia stenta ancora a decollare. Buona inoltre l’affluenza di pubblico, soprattutto nella giornata di domenica” – dice Edoardo Dilaghi, dell’azienda agricola Allegretti.

Discreta edizione anche per Niccolò Simonelli dell’azienda agricola Bichi Borghesi: “Soddisfatto dell’andamento complessivo della fiera, durante la quale abbiamo avuto sia conferme dai mercati tradizionali, quali Stati Uniti, Canada, Inghilterra e Giappone, ma anche contatti con rappresentanti dei mercati dell’est Europa, sbocchi commerciali sicuramente più recenti ma non meno interessanti”.

Per Marco Manganelli, dell’azienda agricola “Il Colombaio”, meglio l’edizione del 2012 rispetto a quella dell’anno precedente: “Un bilancio complessivamente migliore di quello del 2011, soprattutto per il maggior numero di contatti potenzialmente favorevoli avuti con importatori e distributori esteri, provenienti da Stati uniti, Giappone e Russia e per il maggiore interesse dimostrato da parte dei ristoratori”.

Un po’ più neutrali i commenti di Daniele G. Rosti, dell’azienda agricola Campo Chiarenti, che non si sbilancia, ma con molto pragmatismo aspetta di toccare con mano i risultati di questa edizione, che comunque registra buoni contatti con operatori del settore provenienti dai paesi del nord Europa, molto interessati a ricercare etichette di qualità ma anche di buon prezzo.

Edizione in rialzo, sicuramente più interessante di quella del 2011 anche per Pierangela Lucioli, dell’azienda agricola San Gregorio, che si dice soddisfatta per la qualità dei contatti avuti e per il livello di attenzione dimostrata dai consumatori rispetto a tutta la gamma produttiva aziendale.

Speriamo quindi che questa edizione possa segnare un punto di svolta e di ripresa per tutto il settore.

Pronti per il Vinitaly
22 March 2012

Anche quest'anno torna l'appuntamento immancabile con il Vinitaly, il maggiore evento italiano dedicato al vino e all'enologia in genere. Dal 25 al 28 marzo, infatti, il Consorzio Chianti Colli Senesi vi aspetta alla fiera di Verona, STAND C3, padiglione D, Toscana.

New date. Same passion. Il Salone dei vini e distillati più importante al mondo si rinnova con una nuova cadenza settimanale per creare sempre maggiori opportunità di business per le imprese e i visitatori specializzati in arrivo da tutto il mondo.

Vinitaly è la principale manifestazione di riferimento del settore vinicolo, nell'edizione 2011 ha ospitato oltre 4 mila espositori, su un'area espositiva di 95 mila metri quadri, registrando 156 mila visitatori, dei quali oltre 50.000 esteri provenienti da più di 110 Paesi.

Quattro giorni di grandi eventi, rassegne, degustazioni e workshop mirati all'incontro delle cantine espositrici con gli operatori del comparto, assieme ad un ricco programma convegnistico che affronta ed approfondisce i temi legati alla domanda ed offerta in Italia, Europa e nel resto del mondo.

Per saperne di più: www.vinitaly.it

Protagonisti su Antenna Radio Esse
16 March 2012

E' a base di street food, pecorino e Chianti Colli Senesi Docg il menù di Wine Station On Air domani, sabato 17 marzo, sulle frequenze di Antenna Radio Esse.

Si partirà, infatti, proprio da La Torre alle Tolfe - azienda agricola che sorge a pochi chilometri dal centro storico di Siena e associata del Consorzio. Sergio Lojacono si occupa dell'azienda produttrice di due tipologie di Chianti, oltre ad olio extravergine e grappa, e preferisce rinunciare a Vinitaly per fare un vero e proprio porta a porta promozionale in giro per il mondo.

Wine Station va in onda sulle frequenze di Antenna Radio Esse (93.5 – 93.2 – 99.10) e si può ascoltare in streaming sul sito www.antennaradioesse.it

Siamo di nuovo on line!
10 March 2012

E' stato un lungo percorso, ma il risultato vale davvero la pena: in occasione del Vinitaly, il Consorzio Chianti Colli Senesi è felice di presentare il proprio nuovo sito internet.

Il nuovo portale diventa così il nostro nuovo strumento di comunicazione e luogo di incontro; una vetrina sempre aperta sulle attività del Consorzio, una breve guida a portata di mano, una panoramica completa sulle aziende associate.

Perché nel Consorzio Chianti Colli Senesi c'è racchiuso tutto questo: eccellenza, passione, amore per il territorio e per la nostra storia.